Che cosa è lo Shiatsu?

Lo Shiatsu è una pratica nata in Giappone ed ha radici nella tradizione della Medicina Cinese.
Secondo tale tradizione l’Uomo è anello di congiunzione tra Cielo e Terra e veicolo in grado di trasformare l’Energia Cosmica che fluisce attraverso canali energetici chiamati meridiani.
La vita di tutti i giorni, lo stress, i traumi non solo fisici e i condizionamenti in generale, tendono a modificare o impedire il libero flusso di questa energia e quindi ad alterare il nostro stato armonico di esistenza.

Lo Shiatsu attraverso pressioni perpendicolari e mantenute sul ricevente, con palmi, pollici gomiti ed anche ginocchia, ripristina questa disarmonia rilassando tensioni della muscolatura, delle articolazioni, riallineando la struttura del corpo grazie anche a stiramenti mirati. Inoltre la pressione lungo i meridiani corregge squilibri nel funzionamento degli organi interni.

Che risultati ha e quando farlo?

Il trattamento shiatsu dà in genere al ricevente una sensazione di benefico rilassamento; al tempo stesso è una salutare stimolazione energetica in grado di sollecitare e rafforzare la propria capacità di auto guarigione.
Agisce come prevenzione di disarmonie energetiche aiutando a conservare il proprio stato di salute e può essere efficace nel corso di altre terapie. Non interferisce con nessuna medicina, anzi può essere un buon completamento di qualsiasi trattamento convenzionale che si sta ricevendo.

È particolarmente consigliato nello stato di gravidanza, andando a regalare leggerezza, sollievo e sostegno durante i mesi della gestazione. Lo Shiatsu viene praticato con i vestiti possibilmente comodi e di cotone ( ideale tuta e maglietta, ma non è vincolante) su lettino o futon.

Trattamenti

La sua durata è di circa un’ora, compreso lo scambio verbale all’inizio della seduta che può dare all’operatore indicazioni utili sullo stato di salute e sullo stato emotivo e fisico del ricevente.
Non c’è un preciso numero di trattamenti per raggiungere un buon risultato perché le esigenze variano da persona a persona.
Si inizia solitamente con un trattamento a settimana, finché non si raggiunge un buon miglioramento per arrivare poi a trattamenti mensili o più dilungati nel tempo.